Shadowbox Effect Notizia shock: Parassiti genetici avrebbero modificato il DNA dei mammiferi

Translate

lunedì 26 settembre 2011

Notizia shock: Parassiti genetici avrebbero modificato il DNA dei mammiferi

Straordinaria scoperta fatta dall'università di Yale! Infatti circa 100 milioni di anni fa qualcosa avrebbe modificato il modo di riprodursi dei mammiferi, trasformando la riproduzione ovipera in quella attualmente conosciuta, riuscendo quindi a creare un "habitat" per far crescere i proprio piccoli, ovvero l'utero materno. I risultati pubblicati online 25 settembre sulla rivista Nature Genetics descrivono in dettaglio senza precedenti, i cambiamenti molecolari che hanno subito i mammiferi, costruendo un vero e proprio "nido interno" in cui crescere i proprio piccoli."Negli ultimi due decenni ci sono stati cambiamenti drammatici nella nostra comprensione di come funziona l'evoluzione", ha detto Gunter Wagner, il professor alla Alison Richard di Ecology and Evolutionary Biology (EEB) e autore  dello studio."Siamo abituati a credere che le modifiche si sono svolte attraverso piccole mutazioni nel nostro DNA che si sono accumulate nel tempo. Ma in questo caso abbiamo trovato una vasta operazione di "taglia e incolla" che ha alterato ampie zone del genoma per creare grandi mutamenti morfologici "
.Il team di Yale ha studiato la storia evolutiva della gravidanza osservando delle cellule uterine associate allo sviluppo della placenta. Hanno confrontato il patrimonio genetico di queste cellule in opossum - marsupiali che partoriscono due settimane dopo il concepimento - per armadilli e gli esseri umani, lontani parenti mammiferi con placenta altamente sviluppata che alimentano i feti per nove mesi. Essi hanno scoperto più di 1500 geni che sono nell' utero solo di mammiferi placentati. Curiosamente, evidenziano i ricercatori, l'espressione di questi geni in utero è coordinata da trasposoni, ovvero dei pezzi e di materiale genetico che replicano all'interno del genoma ospite che si chiama DNA spazzatura. Colui che sei è interessato principalmente a questo studio, Vincent J. Lynch, ricercatore in EEB, ha affermato che "I trasposoni invadono il corpo, come dei veri e propri parassiti, si moltiplicano e occupano spazio nel genoma umano, ma posso anche attivare o distruggere i geni responsabili delle gravidanze. Sono geni che per lungo tempo hanno subito delle mutazioni e alla fine si ritrovano ad avere un ruolo completamente nuovo nella gravidanza. Per intenderci è come se fossero delle componenti prefabbricate, che entrano nel genoma e svolgono compiti completamente nuovi, come facilitare la comunicazione tra madre e feto".

notizia pubblicata dal Nature Genetics e sul sito physorg.com

Articolo a cura di Eclissi del Mondo

è possibile riprodurre l'articolo citando la fonte con link attivo

2 commenti:

  1. Bravo! Un blog vario, ricco e interessante! Continua così, bacio.
    Cam.

    RispondiElimina
  2. Ciao Cam! Grazie mille! Sei la benvenuta!

    RispondiElimina